Crea sito
Login
Utente:
Password:  
Registrati - Password dimenticata
Cube

Categoria: Fantascenza
Hits 354
Caricato da: ahriman chaos - Data 20-09-2011 17:56
Il film si apre con la morte di uno dei prigionieri del cubo, Alderson, che scegliendo il settore sbagliato per procedere viene tagliato a cubetti da una grata metallica che si alza dal pavimento al soffitto per poi richiudersi dopo aver finito il prigioniero. Sei persone (un poliziotto, Quentin, un maestro dell'evasione, Rennes, un ragazzo ritardato mentale, Kazan, un medico generico, Holloway, un uomo misterioso, Worth e una studentessa di matematica, Leaven) si ritrovano all'interno di una stanza cubica collegata sui sei lati ad altre stanze identiche. Nessuno riesce a ricordare come sia arrivato in quel posto. Quando si ritrovano tutti insieme nasce in loro la psicosi a causa del trauma per essere stati chiusi in gabbia. Per di più, alcuni passaggi hanno delle trappole mortali invisibili, costruite secondo una logica precisa che sembra rispecchiare formule matematiche attraverso cui i protagonisti riescono a identificare una possibile uscita. Una trappola dove Quentin stava per morire è una gabbia di fili sottilissimi che si chiude, affettando la vittima. Il secondo a morire è Rennes per colpa della troppa fiducia nei suoi metodi: un tubo metallico all'altezza del viso spruzza un acido fortemente corrosivo che gli brucia la faccia. Leaven riesce a calcolare una soluzione: i settori con le trappole sono identificati da numeri primi. A seconda della presenza di questi ultimi, possono esserci o no trappole. Holloway comincia a dare segni di paranoia e Quentin, dopo essere scampato per miracolo a una trappola fatta scattare da Kazan, attivabile solo tramite la voce umana, inizia a far emergere la sua natura violenta. Dopo un viaggio piuttosto lungo, i superstiti giungono al bordo del cubo. Leaven si rende conto che i numeri non indicano le trappole ma coordinate, che indicano la posizione di uno specifico settore del cubo. Con l'aiuto di una fune realizzata legando gli abiti dei prigionieri, Holloway tenta di raggiungere il bordo del cubo per tentare di uscire. Una vibrazione, causata dallo spostamento dei cubi, le fa perdere l'equilibrio e Quentin la afferra, ma ricordando gli insulti spregevoli pronunciati dalla dottoressa riguardo ai figli del poliziotto, la lascia cadere nel vuoto. A questo punto Leaven inizia a risentire dello stress. Quentin, dopo un po', tenta di costringerla a continuare da sola con lui, lasciando Kazan e Worth, che si rivela essere l'architetto che ha progettato la struttura esterna del cubo. Ma anche in seguito ad atteggiamenti ambigui da parte di Quentin, Leaven cerca di allontanarlo. A breve vengono raggiunti dagli altri due. Quentin pesta a sangue Worth che voleva difendere la donna, e costringe Leaven a calcolare le coordinate per tentare di uscire, ma viene bloccato nel settore precedente a quello in cui si trovano da Worth. Kazan si rivela improvvisamente in grado di calcolare i numeri, e di indicare se ci sono trappole o no. Leaven, Worth e Kazan riescono a seminare Quentin, ma appena trovano l'uscita improvvisamente questi riappare e uccide Leaven, trapassandola con il manico del portello della stanza precedente. Worth allora, benché ferito a morte, riesce a bloccare a sufficienza Quentin in mezzo al passaggio che conduce all'uscita perché un cubo, che si muoveva in quel momento, lo separi in due per la pressione sui lati, mentre Kazan riesce a uscire dal cubo.

Voto: 0.0 Su un totale voti
Cube: Link video
Cube: Commenti